Manetti!

"Manetti!"

Sangue Disken

01 dicembre 2017

Lasciare riposare le canzoni, prendersi il tempo che serve. Tornano i Manetti!, cullati da quel ramo del lago di Como che da sempre è casa loro, che è fonte di ispirazione ma che ogni tanto ti lascia lì, imbambolato ad osservarne le leggere increspature dell’acqua. Tornano riprendendo un po’ di demo registrati negli anni, incastrati tra le vite di quattro ragazzi che ancora amano i rullanti in faccia e le chitarre che si portano dietro tutto il resto, tornano dopo essersi chiusi in studio demolendo e ricostruendo le proprie idee e le proprie canzoni, arrangiando, rifinendo, ripensandoci ancora, mettendo le basi per un’altra avventura, includendoci un carico niente male di emozioni, pulsazioni, distorsioni, cuore. Tre pezzi per rompere di nuovo il fiato, un assaggio di quello che arriverà non si sa ancora bene quando. Ma arriverà. Perché ci sono gli impegni, la vita vera, i tour con i Tre Allegri Ragazzi Morti e i Minnie’s, c’è la malinconia del lago e il perfezionismo di chi perfezionista non è, c’è il disordine ragionato, l’urgenza di suonare che si mischia alla consapevolezza dell’attesa. Ci sono le chitarre. Tre pezzi, due cantati (“B.O.H.” e “Do You E”) e una strumentale (“Favolosa”), c’è Enrico Molteni dei Tre Allegri Ragazzi Morti che presta il suo basso nei brani dove il basso c’è, e poi ci sono sempre loro, Andrea Maglia alla voce e alla chitarra, Simonpietro Scaccabarozzi all’altra chitarra, Nicolò Bordoli al basso e Alessandro Mariano alla batteria. “Manetti!” è un ep e si chiama esattamente come loro, registrato e mixato da Andrea Maglia e Meme Gerace al Bleach Studio, ovviamente sul Lago di Como, e poi masterizzato da Giovanni Versari. “Manetti!” esce il primo dicembre per Sangue Disken, ed è un disco che guarda lontano.